More
    GuideDifferenza tra conto corrente online e tradizionale

    Differenza tra conto corrente online e tradizionale

    Michelangelo Ricupati
    Michelangelo Ricupati
    Copywriter specializzato in ambito finanza personale e Blockchain.

    Quando si sceglie di aprire un nuovo conto corrente, è normale chiedersi quali siano le analogie e le differenze tra i conti online e quelli “tradizionali”.

    In particolare, i conti online sono adatti a giovani e utenti che hanno una certa dimestichezza con i principali strumenti digitali, mentre i conti tradizionali possono essere più utili per chi preferisce un canale di supporto fisico dove potersi interfacciare con gli operatori.

    Per fare chiarezza e capire quale potrebbe essere il conto più adatto alle proprie necessità, abbiamo creato una guida in cui vedremo le differenze tra conto corrente online e tradizionale, facendo una distinzione tra 3 tipologie:

    1. Conti tradizionali;
    2. Conti online con filiali (offerti delle banche tradizionali);
    3. Conti con operatività solo online (offerti dalle neo – banche).

    Cominciamo!

    Conti tradizionali (no internet banking)

    I conti correnti tradizionali sono dei conti che, solitamente, non presentano servizi di Internet Banking.

    Si tratta di prodotti disponibili esclusivamente presso le filiali fisiche delle banche e degli istituti di credito, che offrono soluzioni pratiche per chi non ha molta dimestichezza con gli strumenti digitali o, comunque, preferisce un supporto “dal vivo”.

    In genere, questi conti consentono di depositare e prelevare denaro allo sportello, richiedere assegni o effettuare diversi tipi di transazioni tramite l’aiuto di un operatore. Gli estratti conto possono essere richiesti in formato cartaceo, e nella maggior parte dei casi si può accedere a servizi aggiuntivi come un prestito, un mutuo o un finanziamento. 

    Ecco un riassunto delle principali caratteristiche di questi conti:

    • supporto gestito in filiale;
    • assenza dei servizi Internet Banking;
    • nessun rischio e difficoltà derivanti dall’utilizzo di servizi online.

    Un conto di questo tipo può essere utile per utenti più anziani e pensionati, come anche agli utenti che non vogliono correre tutti i rischi legati ai servizi online, come il phishing e i furti di dati. 

    Considerando che l’evoluzione del settore digitale ha fatto diffondere a macchia d’olio i conti online, i conti correnti tradizionali sono sempre più rari. In genere, infatti, le banche offrono la possibilità di gestire il conto tramite Web o app e, allo stesso tempo, accedere a servizi di assistenza fisici tramite un punto vendita o una filiale.

    Approfondiamo il discorso nel prossimo paragrafo!

    Conti online con filiali

    Come anticipato, le banche tradizionali spesso offrono conti correnti che possono essere gestiti sia online che in filiale.

    Questi prodotti “ibridi” sono senz’altro i più diffusi, in quanto offrono la comodità di un servizio online attivo 24/7 e la qualità di un servizio di supporto fisico.

    In questo modo, è l’utente, che di volta in volta, sceglie il canale preferito per l’utilizzo del conto.

    Inoltre, la possibilità di effettuare trasferimenti di denaro, pagamenti di bolli, bollettini, MAV/RAV, F24 e tanti altri servizio online, in totale autonomia, permette di abbattere i costi. In alcuni casi potrebbe essere necessario pagare una commissione per le operazioni online, ma i costi sono sicuramente più bassi rispetto a quelli dello sportello fisico. 

    Ecco un riassunto delle caratteristiche di questi conti online con filiali:

    • costi e commissioni ridotte sulle principali operazioni online;
    • possibilità di accedere ai servizi di Internet Banking e mobile banking;
    • canali di assistenza fisici tramite filiali e sportelli;
    • servizi bancari aggiuntivi come mutui, prestiti e assicurazioni.

    Queste banche online dotate di filiali possono soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di utente, dal giovane lavoratore (che cerca un conto per accreditare lo stipendio e preferisce l’operatività online) fino alla coppia che sta per acquistare una nuova casa (e necessita di recarsi in filiale per la richiesta del mutuo).

    Tra le banche che offrono questa tipologia di conti rientrano realtà molto affermate come Mediolanum, Fineco, Crédit Agricole e Credem.

    Conti online senza filiali

    Le cosiddette neo-banche, ovvero le banche 100% digitali come HYPE, Revolut e Tinaba, offrono conti correnti online che consentono agli utenti più giovani di accedere a soluzioni economiche ed efficienti.

    Questi conti permettono di operare direttamente dal proprio smartphone tramite app intuitive e con tutte le informazioni più utili sui propri fondi, dallo storico delle transazioni fino a strumenti di risparmio come i salvadanai digitali.

    Si tratta di soluzioni pensate per giovani e studenti che non hanno bisogno di accedere a servizi aggiuntivi come prestiti e mutui, ma necessitano comunque di un conto con cui effettuare pagamenti e trasferimenti di denaro.

    Inoltre, molti conti digitali delle neo-banche offrono sezioni dedicate che promuovono la corretta gestione dei fondi, introducendo gli adolescenti al mondo della finanza. 

    Ecco un riassunto delle loro principali caratteristiche:

    • possibilità di operare in autonomia dallo smartphone;
    • assenza di filiali fisiche;
    • commissioni ridotte e carte di pagamento gratuite;
    • app intuitive e strumenti per la gestione dei risparmi. 

    Chiaramente, chi cerca un pacchetto completo con la possibilità di accedere a servizi aggiuntivi, dovrebbe valutare un conto online di una banca convenzionale. 

    Differenze tra conti online e tradizionali

    Le differenze tra i conti online e tradizionali possono essere molto sottili. Tuttavia, elementi come costi, modalità di apertura, servizi e livello di operatività possono fare la differenza nella scelta di un conto corrente.

    Qui sotto vedremo nello specifico quali sono gli elementi che distinguono le suddette tipologie di conti. 

    Conti tradizionali

    Conti online con filiali

    Conti solo online

    Costi

    €€€

    €€

    Attivazione

    Solo in filiale

    Online o in filiale

    Solo online

    Servizi bancari (mutui, prestiti, assegni ecc...)


    ×

    Operatività'

    Solo in filiale

    Online o in filiale

    Solo online

    Costi

    Come abbiamo visto sopra, i costi dei conti correnti online e tradizionali possono essere molto diversi, e variano chiaramente anche in base all’istituto di riferimento.

    In genere, i conti correnti tradizionali prevedono un canone mensile, trimestrale o annuale, che può avere un costo complessivo compreso tra i 10€ e i 50€ all’anno. Al costo del canone si aggiungono i costi operativi, come le commissioni per i bonifici e per i prelievi.

    In genere, le operazioni allo sportello hanno costi abbastanza elevati, con bonifici che possono arrivare a costare 5€ e prelievi con commissioni di circa 3,50€ a seconda della banca selezionata.

    I costi vengono drasticamente ridotti se si opta per un conto online. Difatti, i conti online delle banche tradizionali hanno un canone accessibile, generalmente sui 10€ o 20€ all’anno, anche se in alcuni casi sono previste soluzioni a canone gratuito.

    Per quanto riguarda le commissioni, i prelievi sono generalmente gratuiti presso gli ATM dello stesso Gruppo, mentre usando altri ATM i costi variano dai 0,50€ fino ai 2,90€

    Anche i bonifici possono essere senza commissioni, mentre quelli a pagamento possono avere una commissione massima di 1€ o 2€.

    Questi costi vengono ulteriormente ridotti se si opta per conti online delle neo-banche, che hanno solitamente canone e commissioni gratuite o, comunque, costi inferiori rispetto ai conti online delle banche convenzionali.

    Modalità di apertura

    Chiaramente, le modalità di apertura sono diverse a seconda della tipologia di conto. I conti tradizionali vanno necessariamente aperti allo sportello.

    Di conseguenza, bisogna prendere un appuntamento con un consulente dedicato e chiedere tutte le informazioni necessarie. Dopodiché, si procede all’apertura del conto con l’aiuto dell’operatore, anche se possono essere previsti costi aggiuntivi.

    Diverso è il caso dei conti online che, come suggerisce il nome, possono essere aperti direttamente tramite il sito Web o l’app della banca. Basta collegarsi, aprire la procedura guidata, compilare gli appositi campi, caricare i documenti richiesti e attendere la conferma dell’attivazione del conto, risparmiando tantissimo tempo.

    Servizi bancari offerti

    I servizi offerti dai conti correnti sono generalmente gli stessi, anche se possono cambiare a seconda della banca selezionata.

    In linea di massima, tutti i conti correnti permettono di effettuare prelievi presso gli ATM e pagare presso i POS abilitati al circuito del proprio conto, oppure inviare denaro tramite bonifico SEPA.

    Per quanto riguarda i conti tradizionali, le operazioni vanno eseguite allo sportello, quindi non è possibile pagare online o inviare un bonifico in autonomia, aumentando il livello di sicurezza ma limitando le funzioni per l’utente finale.

    Dall’altro lato, i conti online di banche convenzionali e neo-banche permettono di effettuare tutte le operazioni dal proprio PC o Smartphone, offrendo un gran livello di flessibilità. Difatti, si possono effettuare pagamenti online, inviare denaro, pagare bolli, bollettini e tantissimi altri servizi.

    Un ulteriore differenza tra i conti tradizionali e i conti online è legata alla presenza di servizi bancari aggiuntivi, come mutui, prestiti, assicurazioni e fidi bancari.

    Di solito, questi servizi sono offerti dalle banche tradizionali e da quelle online con filiali mentre i conti online delle neo-banche potrebbero avere alcune limitazioni, soprattutto per l’erogazione di un mutuo o un finanziamento.

    Operatività

    Com’è facile intuire, il livello di operatività dei conti correnti è molto variabile a seconda della soluzione scelta. I conti tradizionali sono sicuramente limitati all’operatività tramite sportello, anche se i limiti di spesa e di prelievo possono essere più elevati.

    Lo stesso vale per i conti online delle banche tradizionali, che offrono in genere limiti di spesa e di operatività abbastanza in linea con le esigenze della maggior parte degli utenti. 

    Per fare un esempio, la maggior parte dei conti consente di spendere oltre 5.000€ al mese, con limiti di prelievo che si aggirano intorno ai 1.500€ o 3.000€, con importi personalizzabili facendo richiesta direttamente alla banca.

    Di contro, alcuni conti 100% digitali offerti dalle neo-banche potrebbero presentare limiti più bassi. 

    Conviene scegliere un conto online o tradizionale?

    La scelta di un conto corrente online o tradizionale dipende esclusivamente dalle esigenze dell’utente. Chiaramente, se si ha bisogno di un supporto dedicato presso una filiale fisica o, comunque, non si ama molto la tecnologia, è consigliabile optare per un conto tradizionale, con la consapevolezza che le spese potrebbero essere più elevate.

    Allo stesso tempo, chi ha un minimo di dimestichezza con gli strumenti digitali ma vuole beneficiare del supporto di una banca può optare per un conto online erogato da un istituto tradizionale, in modo da avere una soluzione equilibrata.

    Dall’altro lato, gli utenti più giovani e che vogliono risparmiare il più possibile possono optare per un conto 100% digitale, gestibile in autonomia dal proprio smartphone e con un’ottima flessibilità in termini di funzioni incluse.

    Conclusioni

    Come abbiamo visto, la differenza tra un conto corrente online o tradizionale è abbastanza sottile, in quanto si tratta dello stesso strumento ma in due versioni diverse.

    I conti online delle banche convenzionali sono pensati per un target di utenti adulto con una certa dimestichezza con i principali strumenti digitali, ma che allo stesso tempo vogliono godere di un supporto presso una filiale fisica.

    I conti tradizionali, invece, sono adatti a un target di utenti in età avanzata che non hanno grosse pretese ma hanno semplicemente bisogno del massimo supporto da operatori umani. 

    Chi non ha bisogno di sedi fisiche, invece, può optare tranquillamente per un conto 100% digitale.

    Ti potrebbe interessare anche
    🏅 Migliori conti online 2024
    🏅 Conto più richiesto

    Hai dubbi? Lascia un commento

    Please enter your comment!
    Please enter your name here